lunedì 12 dicembre 2011

Dragon crusaders

Fantasy
2011
di Mark Atkins

Disponibile in ITALIANO

Trama: un gruppetto di templari in crisi di identità arriva a un villaggio che è stato appena attaccato da dei pirati. Il problema è che, in qualche modo astruso, scatenano involontariamente una maledizione che vedrà alcuni di loro trasformarsi in mostruosi gargoyle fatti al computer. L'unica soluzione è mettersi allegramente in cammino e andare a disturbare un drago nella sua grotta, di modo da sciogliere il maleficio.

Come dicevamo in qualche post fa, questo film condivide un bel po' di cose col precedente Merlino e la battaglia dei draghi: regista, gran parte degli attori, genere cinematografico, locations gallesi, probabilmente anche i costumi di scena. Però devo dire di non esserne rimasto proprio soddisfatto al 100%. Chissà, magari ero troppo bendisposto dato che i fantasy della Asylum mi son sempre piaciuti finora, ma questo non mi ha particolarmente strabiliato. Voglio dire, belle ambientazioni albioniche, attori ok e così via, ma c'è una sorta di inconsistenza di fondo che secondo me non fa star su il film come si deve. Diciamo che far apparire a un certo punto una barca dal design di almeno 500 anni dopo il periodo in cui è approssimativamente ambientato il film non aiuta, ma penso che la cosa che non va sia il fatto che, pur avendo diverse varianti sul tema che avrebbero potuto essere a favore del film (come l'idea dei predoni del mare o sta principessa Xena in miniatura che saltella e fa capriole), non si può tirare avanti un'ora e mezza soltanto con due donne e dei templari a passeggio di cui ogni tanto qualcuno sclera in modo imbarazzante per trasformarsi in un computer-generated gargoyle bruttino. In più non c'è un vero e proprio cattivone carismatico in sto film, soltanto sti pirati del menga all'inizio e un tizio con un cappuccio (colui che guida i draghi, a quanto pare) che appare per un totale di 12 secondi.

Insomma, niente che faccia urlare allo scandalo, anzi il film è abbastanza ben confezionato e siamo molto lontani alle assurdità esagerate dei mostro-movies della Asylum... ma secondo me perde nel confronto con i suoi predecessori (Dragonquest e Merlino), perché risulta un pelino troppo moscio rispetto a quel che ci si aspetterebbe. Alla fine, perciò, non mi sento di consigliarlo a grandi lodi... ma non è nemmeno una trashata da buttare, perciò una guardata la ci si può dare senz'altro.

2 commenti:

  1. Devo ancora recuperare Merlino, mi sa allora che prima mi sparo quello e poi passo a questo.
    Ciao! :)

    RispondiElimina
  2. buona idea, secondo me Merlino merita parecchio (ma forse si era capito)

    a presto! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...